Eliminare l’umidità con l’isolamento termico cappotto presenta quando è possibile eseguire questo tipo di intervento in tutta sicurezza degli innegabili vantaggi. Maggiore risparmio energetico,protezione della muratura dagli stress termici e dalle intemperie,aumento del confort abitativo,definitiva scomparsa dell’umidità e delle muffe dovute al volano termico. (altro…)

  • " data-lang="en" >Tweet
  • Leggi di Più

    " data-pin-do="buttonPin" data-pin-config="beside">

Il primo criterio per eliminare l’umidità è il più evidente: quando l’appartamento è situato in una palazzina al piano attico,piano che rispetto agli altri inferiori ha una maggiore quantità di parti in c.a,che propendono verso l’esterno.Le parti di c.a. di un edificio sono delle autentiche lame di freddo che si incuneano nella struttura provocando delle grosse dispersioni termiche. (altro…)

Eliminare l’umidità nelle abitazioni è possibile anche in maniera definitiva.L’isolamento termico della costruzione attraverso il cappotto termico esterno, o ETICS,è la soluzione. (altro…)

L’isolamento termico esterno di un edificio ,viene chiamato comunemente in Europa: ETICS. La maggior parte dei rivestimenti termici di un fabbricato già costruito  viene  eseguita all’esterno. L’isolamento termico di un edificio avviene attraverso la costruzione di quello che in Italia viene comunemente chiamato  cappotto termico.Entro il 2020 tutte le costruzioni che verranno restaurate,dovranno munirsi di cappotto termico. (altro…)

  • Leggi di Più

    " data-lang="en" >Tweet
  • L’isolamento termico esterno di un edificio ,viene chiamato comunemente in Europa: ETICS.… Leggi di Più

    " data-pin-do="buttonPin" data-pin-config="beside">

Oggi voglio parlarvi di un altro argomento interessante che riguarda il problema dell’umidità, esattamente l’umidità da pioggia a vento inclinata e del perché e così uniformemente diffusa in tante zone del nostro paese.

Facciamo un passo indietro:

Nel 1976, in piena crisi energetica,il cartello dei produttori arabi alzava il costo del petrolio.La crisi nel mondo occidentale, e quindi la necessità per il nostro paese di risparmiare petrodollari. (altro…)

Se tutti gli altri fattori rimangono gli stessi, qualsiasi miglioramento dell’isolamento termico della casa comporterà temperature superficiali più elevate e, di conseguenza, ridurrà il rischio di formazione di condensa.

L’istallazione dei tetti inclinati  (o aggiunta) all’ isolamento sul piano soppalco, è sicuramente uno dei modi più efficaci per risparmiare soldi sulla bolletta del riscaldamento. Ciò eviterà la formazione di condensa sulla parte inferiore di soffitti del piano superiore, ma può aumentare notevolmente la possibilità di condensa nello spazio loft in particolare se il portello loft ed i fori giù alla casa non sono ben sigillati e gli spazi non sono lasciati alla gronda.

I materiali isolanti come la lana minerale, preferibilmente di circa 100 millimetri di spessore, possono essere posate tra i travetti. L’isolamento termico deve essere posato in modo uniforme tra i travetti senza spazi e deve essere steso fino alla gronda per coprire il capo della parete, garantendo nel contempo che le aperture di ventilazione non siano bloccate.

Migliorare l’isolamento termico del soffitto renderà il tetto più freddo, la circolazione di aria umida dalla casa nello spazio tetto deve essere ridotto al minimo.

Spazi vuoti nel soffitto

intorno ai tubi, cavi, e così via – devono essere sigillate nel miglior modo possibile. Tuttavia, in caso di condensa, dovrai migliorare la ventilazione nel sottotetto, fornendo aperture di ventilazione alle grotte, se non sono già lì.

Isolare il tuo loft comporta anche isolare la cassetta di acqua fredda e tutti i tubi.

Tetti piani (bitume feltro o di metallo coperti)
Sebbene migliore l’ isolamento termico può essere un azione possibile,  tutto dipende dal tipo di tetto. La riparazione o il rinnovo dei tetti esistenti dovrebbero essere di tipo isolato over-deck.

Pareti esterne

È possibile aumentare le proprietà di isolamento termico di una parete applicando un materiale isolante supplementare alla superficie interna o esterna della parete o all’interno della parete stessa. Come compito eseguito da te, potrebbe essere il montaggio dei rivestimenti interni . Per quanto riguarda l’isolamento termico delle pareti della cavità deve essere lasciato ad un professionista o ad imprese specializzate (tranne che per la costruzione di una nuova casa) poiché  isolare la parte esterna del muro coinvolge un numero considerevole di modifiche.

Un rivestimento leggero costruito all’interno di una parete in muratura produce una superficie che riscalda e si raffredda notevolmente più veloce rispetto alla parete stessa -quindi la temperatura della superficie direttamente a contatto con l’aria è più in grado di tenere il passo con la temperatura in casa. Ciò consentirà di ridurre considerevolmente il rischio di condensa se la vostra casa è riscaldata in modo intermittente.

Un rivestimento in cartongesso è generalmente sufficiente per evitare la condensazione di superficie su una parete della cavità, ma il cartongesso isolante è preferibile per una parete solida.

Quando si costruisce su una parete leggera rivestita è necessario fornire un guancia di vapore per limitare il flusso di vapore acqueo attraverso la parete in modo che la formazione di condensa all’interno della parete sia mantenuta al minimo. Ciò può essere ottenuto utilizzando semplicemente un foglio di polietilene.

È inoltre possibile migliorare la resistenza della condensazione di una parete di cavità attaccando del materiale isolante direttamente alla superficie interna della parete. Il materiale isolante potrebbe essere un rotolo di polistirolo sottile che scalderà la superficie della parete, ma aggiungerà molto poco al suo isolamento. Uno svantaggio del polistirene sottile è che si ammacca facilmente; più sicura una parete con materiale isolante, non solo non intacca ma incrementa notevolmente l’isolamento del muro, mentre arresta la condensa.

Ponti termici

Questi si verificano quando l’isolamento termico di piccole aree di una parete è notevolmente inferiore rispetto alla parete che li circonda. Tipici ponti freddi sono architravi delle finestre e le colonne solide che fanno parte di un muro. I problemi di condensazione sui ponti termici possono raramente, se mai, essere soddisfacentemente impediti regolando la produzione di apporto di calore, ventilazione e umidità. Un trattamento curativo è generalmente necessario.

Il modo più semplice per superare una zona fredda su una parete è di attaccare un isolante sopra. Scegliere un tipo di isolamento che non è permeabile al vapore acqueo. Può essere possibile nascondere l’isolamento nella finitura dell’ intonaco. Tuttavia, in molti casi, tecniche simili a quelle descritte per migliorare l’isolamento della parete dovranno essere utilizzate per ottenere un rivestimento parete piacevole e soddisfacente.

La condensa su finestre a vetro singolo può essere superata con l’installazione di doppi vetri. Tuttavia, in molti casi si verificherà ancora condensa su infissi metallici. Applicare i doppi vetri, al momento, risulta poco conveniente per quanto riguarda il risparmio, ma quando gli infissi saranno poi finestre con doppi vetri, allora sarà tutta un’altra faccenda.

Mentre una  vetrocamera, quasi certamente, ridurrà il livello di condensa sul vetro, però potrebbe anche aumentare la condensa altrove. La ragione di questo è semplice: i moderni sistemi doppi vetri, ed in particolare la sostituzione di finestre ad elevate prestazioni, sono un metodo estremamente efficace per l’isolamento termico e, quando viene utilizzato per sostituire una finestra che perde a vetro singolo, può semplicemente spostare il problema di condensa da qualche altra parte, in genere ad un freddo muro esterno.